La birra: acqua, orzo, luppolo, lievito e tanta maestria.

Oggi OnTheBeer non ti guiderà alla scoperta di luoghi, bensì di gusti!
Se sei da poco entrato nel mondo delle birre artigianali, ti sarà certamente capitato di trovarti in un pub o ancor meglio in un birrificio con tanta voglia di sperimentare qualcosa di nuovo e di non saper da dove iniziare.

Eccoci qui, subito in tuo soccorso!
La birra è una bevanda dalla tradizione millenaria e dalle infinite varianti. Scoprirai presto che dall’unione di soli quattro ingredienti e dalla maestria dei birrai, possono nascere stupefacenti birre dai sapori inconfondibili.

Noi di OnTheBeer abbiamo cercato di riordinare le idee su alcune delle più comuni tipologie di birra che si possono trovare in commercio. Sicuramente l’elenco non è esaustivo, ma vogliamo che sia una guida facile che ti faccia venire la voglia di sperimentare, lasciando i tecnicismi di produzione agli esperti.

Lager o Ale, questo è il dilemma!
Mappa delle tipologie di birra

La mappa delle tipologie di birra. Photo courtesy of www.b-eat.it

La prima suddivisione utile per comprendere le birre e saper scegliere quale gusto ci piace inizia da qui: Lager o Ale.

Il “clan” delle Lager

La birra Lager è una birra dal colore chiaro, prodotta a bassa fermentazione, ovvero il suo processo di fermentazione avviene a basse temperature. Sono le birre più consumate a livello globale grazie ad un sapore leggermente amaro e fresco ed al loro basso grado alcolico. Della stessa famiglia fanno parte anche le birre denominate Pilsner, dove la differenza sostanziale con le Lager va rimandata alla tradizione più che al sapore.

La grande famiglia delle Ale

Le birre di tipo Ale sono birre ad alta fermentazione ovvero, al contrario delle Lager, il processo di fermentazione avviene ad alte temperature. Da questo iter ne deriva un gusto fortemente caratterizzato da aromi fruttati. Solitamente vengono chiamate birre complesse proprio per la loro struttura organolettica e per le sensazioni che lasciano al palato.
Le Ale sono una famiglia con innumerevoli varianti, alcune molto in voga come le IPA – Indian Pale Ale – altre meno conosciute, ma comunque ottime. Potrai trovare birre Pale Ale, Mild Ale, Brown Ale, Scotch Ale e Stout Ale, tutte diverse tra loro per colore, gradazione alcolica e aromaticità, ma ciascuna saprà regalarti sensazioni uniche ad ogni boccale.

Deciso quale famiglia preferire o da quale sapore iniziare, qui troverai il dettaglio di alcune tipologie di birra che fanno parte dei due macro gruppi con le quali potrai iniziare il gustoso viaggio alla scoperta della birra artigianale.

Le birre bianche e le weizen ovvero, le birre di frumento

Sono birre della tradizione belga per le bianche e tedesca per le weizen dal caratteristico colore chiaro e lattiginoso. Hanno un sapore acidulo, che le rende fresche e dissetanti insieme al loro basso contenuto alcolico. Peculiarità di queste birre è la presenza di miscele di spezie e piante aromatiche in sostituzione del luppolo. Negli ultimi anni anche la produzione artigianale italiana ha iniziato a vantare delle ottime alternative in questo mondo.

Le birre d’abbazia e le trappiste

Un’altra tipologia di birra molto facile da reperire nei pub più forniti, è la birra d’abbazia e la sua “cugina” birra trappista. Queste birre che nascono, o così dovrebbe essere, dalle sapienti mani di monaci nel nord Europa, hanno un gusto forte particolarmente riconoscibile oltre ad un processo di produzione che si tramanda nei secoli. Al primo assaggio fanno subito comprendere le loro particolarità, sono birre corpose, dai colori scuri e dai sapori pieni e decisi, hanno una alta fermentazione  e spesso delle gradazioni alcoliche elevate che conferiscono struttura al prodotto.

Le birre bock

Sono birre della tradizione tedesca, prevalentemente chiare, ma che è possibile trovare anche in varianti ambrate. Dal sapore corposo e rotondo, lasciano una sensazione leggermente amara al palato data dal malto e dalla loro articolata struttura organolettica.

Adesso tocca a te sperimentare e trovare la birra che più si adatta al tuo stile. Cheers!

 

Valeria Mari

Photo courtesy of Txaber

Condividi questo articolo